L’età che avanza? Un valore aggiunto

Giorgia cantante

La percezione del tempo che avanza e come affrontarlo è questione assai diversa tra i generi. L’uomo che invecchia diventa fascinoso, saggio, rassicurante, la pancia quasi un accessorio di lusso. La donna…semplicemente vecchia! Signora scusi…Signora scusi un corno…ha ragione Giorgia anche io mi sento ancora “signorina”!

Abbiamo tanti strumenti estetici a disposizione per affrontare la così detta età che avanza, ma lo strumento più forte, più miracoloso, più devastante rimane sempre lei: la testa! Io francamente faccio fatica a superare il concetto di cellulite, di maniglie dell’amore, di rughe non ne parliamo proprio…tuttavia l’età regala, a volte, una consapevolezza diversa. Consapevolezza non rassegnazione…E’ come noi ci approcciamo alle nostre imperfezioni, alla vecchiaia, alla forza di gravità non il contorno, che evidenzia chi siamo oggi e domani quando avremmo una ruga in più! Chiamatemi signora allora!! E che signora!!